costituzione interna-nuovadi Paolo Ciofi - Il significato dell'articolo 1
Oggi la Costituzione della Repubblica italiana indica la via del cambiamento. La Repubblica democratica fondata sul lavoro, infatti, non solo segna il passaggio verso un ordine nuovo attraverso l'espansione della democrazia, ma del nuovo ordine getta il fondamento che consente di trasformare l'intero assetto dei rapporti economici e sociali, aprendo le porte a una moderna e più vasta cittadinanza. Il polveroso principio secondo cui al sovrano appartiene il potere, al cittadino la proprietà, sacra e inviolabile, viene cancellato da un patto tra diverse classi sociali e diverse correnti politico-culturali che riconosce nel lavoro il fondamento dello Stato democratico, e perciò pone un limite alla proprietà sottoponendola al vincolo della «funzione sociale» e della «utilità generale».
E' un vero e proprio rivoluzionamento: rispetto non solo al fascismo, ma anche al vecchio Stato liberale, che al fascismo non fu in grado di opporre un argine. Si estende l'area dei diritti oltre il confine tradizionale dei diritti civili e politici. Entrano in campo i nuovi diritti della persona, i diritti sociali. E al centro dell'architettura democratica dell'Italia repubblicana viene posta la nuova figura della modernità: la persona che lavora, l'uomo e la donna che dispone solo delle proprie capacità, ossia la classe dei lavoratori e delle lavoratrici dipendenti.


Continua a leggere scaricando il testo completo in formato .pdf  Il_segreto_della_Costituzione.pdf

 

 

Brani tratti dal libro di Paolo Ciofi, La bancarotta del capitale e la nuova società. Nel laboratorio di Marx per uscire dalla crisi, Editori Riuniti university press, Roma 2012, pp.182 € 10,50 anziché € 15,00 per gli iscritti alla newsletter di Paolo Ciofi
Acquista cliccando http://www.editoririuniti.it/autori/paolo-ciofi.php
Vai all'indice del libro