Luigi Di Maio

 E' ricomparso nelle edicole Il Riformista. Una vecchia
conoscenza che guarda al passato con una rilevante novità: l’invito al Pd di tornare al riformismo con un articolo a tutta pagina è infatti firmato indovinate un po’ da chi? Niente popo’di meno che da Fabrizio Cicchitto.

Prima piduista, poi berlusconista e adesso riformista l’ex esponente della sinistra socialista è la conferma personificata che «il riformismo è una parola malata». Sergio Cofferati dixit, che di riformismi se ne intende. Quello imbarazzante di Cicchitto, il quale a sua insaputa sotto Berlusconi evidentemente era entrato in clandestinità, può solo servire aconsolidare quanto di peggio c’è nel capitalismo.

 

nuvola rossa