Il cadavere eversivo

 

Politicamente è un uomo morto, un cadavere. Ma eversivo. Ha rubato a man salva e spinto l’Italia verso il precipizio, ma ci prova ancora e continua a storpiare la parola libertà. Per salvare il patrimonio mente sapendo di mentire, tiene in ostaggio il governo, piccona lo stato di diritto e con una mano sul cuore accende la miccia dell’eversione. Insomma, il delinquente politicamente morto continua ad appestare l’ambiente. Il cadavere puzza, e le spoglie in decomposizione diffondono miasmi soffocanti da cui non sarà facile liberarsi. Ma il tempo stringe. Prima che l’intero sistema democratico vada in putrefazione isoliamo il cadavere, sigilliamolo e consideriamolo per quello che è: la scoria inquinante di un passato nefasto.

nuvola rossa

vai alla raccolta dei corsivi di nuvola rossa