Sarà Renzi meglio di Craxi?

 

Sentite questa. Sostiene il noto pensatore Michele Salvati che nella sfida «alla politica del ghirigoro» forse Renzi, a differenza di Craxi, ce la farà. E sapete perché? Perché il segretario socialista, pur avendo «grinta e capacità» disponeva di un partito troppo debole, mentre oggi con il robusto Pd «il cambiamento ha più possibilità di passare». Ci risiamo con il bravo Bettino grande innovatore. E il gelatiere di Firenze dovrebbe preoccuparsi seriamente se a suo modello viene indicato Craxi, presunto decisionista ma pregiudicato reale. Condannato con sentenze definitive (da vero precursore di un suo sodale e seguace) e fuggito precipitosamente all’estero con orgogliosa decisione. Decisionismo? Macché: un sistema di tangenti diffuso con l’ascesa di Craxi in tutta Italia, che inquinando la politica e la pubblica amministrazione rallentava e distorceva ogni decisione. Gran bell’ esempio: per Renzi e per tutti gli italiani.  

nuvola rossa

 

vai alla raccolta dei corsivi di nuvola rossa